Il Paese nordamericano supera già i 60.000 pazienti ricoverati.

Molto è stato detto ultimamente ondate di coronavirus e come questi stanno interessando diversi paesi dopo aver avuto apparente diminuzione delle infezioni. D’altra parte, in settori come l’America Latina si parla ancora di un’unica ondata che non si è ancora fermata e bisognerebbe aspettare il prossimo anno per affrontarne una nuova.

Negli Stati Uniti la storia è diversa. Gli scienziati parlano già che il paese nordamericano sta soffrendo la sua terza ondata di virus, che non solo ha aumentato la curva, ma il numero di contagiati sta raggiungendo cifre mai viste prima nel Paese.

Paziente COVID-19 ricoverato in ospedale – Reuters

Quelli ricoverati in ospedale da COVID-19 sono già più di 60.000, secondo gli ultimi dati forniti dall’organizzazione COVID Tracking negli Stati Uniti, considerato il peggior aumento mai visto. I funzionari sanitari stanno già chiedendo urgentemente il famigerato mancanza di letti in molti ospedali, così come mancanza di forniture mediche.

D’altra parte, il dato globale per gli Stati Uniti ha superato la soglia dei 10 milioni di pazienti che sono stati infettati dal virus, un numero che è aumentato esponenzialmente a settembre.

Più infetti che mai: la terza ondata di COVID-19 negli Stati Uniti batte il record di ricoveri ospedalieri 13
Grafico di monitoraggio COVID

Gli esperti sono preoccupati a causa del aumento incontrollato dei casi in un inverno che si avvicina sempre di più, il che complicherebbe le prospettive e addirittura metterebbe a rischio la situazione degli ospedali.

“Abbiamo appena visto ovunque che quando i casi travolgono i sistemi sanitari pubblici, gli ospedali, i decessi aumentano”

–Alexandra Phelan Global Health Attorney, Georgetown University a BuzzFeed–

In posti come il North Dakota, la capacità degli ospedali è già occupata al 100%, il governatore ha persino inviato un ordine per i funzionari sanitari infetti senza sintomi di continuare a lavorare.

Più infetti che mai: la terza ondata di COVID-19 negli Stati Uniti batte il record di ricoveri ospedalieri 15
Supporto – Pixabay

Nel Iowa la situazione non è più promettente, hanno un record 1135 pazienti ricoverati con COVID-19 e solo 186 sono stati curati in letti di terapia intensiva mentre in passato 24 ore sono stati ammessi più di 160 nuovi pazienti.

Secondo il Center for Disease Control and Prevention (CDC), i pazienti COVID-19 sono stati ricoverati in ospedale hanno cinque volte più probabilità di morire di quelli con l’influenza.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));