È impossibile affermarlo in modo definitivo o dimostrarlo con prove i social media ci hanno reso persone peggiori. Queste applicazioni sono solo uno degli strumenti in più a nostra disposizione, e abbiamo deciso, o meno, di entrare nel loro gioco e lasciarci trasportare da esso. Il gioco di Facebook doveva avere più amici, meglio era. Quello su Instagram, vantarsi di vidorra appendendo foto nei migliori paesaggi, con i migliori vestiti o nel miglior ristorante. E il gioco di Twitter, anche se a volte sembra che siano meme attuali … No! Il gioco di Twitter è entrare in infinite polemiche e discutere con chiunque passi.

Ma perché litighiamo così tanto su Twitter? E soprattutto, a che scopo? Perché non ci siamo resi conto che la stragrande maggioranza delle controversie su Twitter non arriva a nulla? Esiste una soluzione per questo tipo di comportamento? Sembra che lo sia. Questa colonna video di PlayGround sembra trovare la chiave per rinunciare una volta per tutte ai combattimenti digitali.

Alle persone che litigano senza sosta su Twitter

Se hai visto il video ti sarai reso conto che c’è una soluzione per fermarti passare ore a discussioni inutili che ci causano solo disagio. Non ti è mai capitato di essere entrato in un social network, hai visto qualcosa che ti ha infastidito particolarmente, hai voluto dare la tua opinione o contestare quella di chi ha fatto la pubblicazione e dopo aver scambiato messaggi con più persone l’unica cosa che Sei uscito da tutto quel tempo “sprecato”: è disgusto, forse ansia e un cambiamento di umore in peggio?

Perché lo facciamo a noi stessi? Perché cadiamo sempre nella stessa trappola? Perché non abbiamo ancora imparato che lle lotte su Internet non risolvono assolutamente nulla e fanno solo del male a noi stessi? Perché discutere con estranei attraverso i social network è, per alcune persone, una via di fuga. Un modo per liberare la rabbia o il malcontento interiore Un modo per distrarti dai tuoi problemi reali o, in alcuni casi più estremi, una forma di autolesionismo. Sì, l’autolesionismo digitale esiste e non sono altro che un’evoluzione di quel comportamento che alcune persone con problemi di salute mentale presentano, che consiste nel procurarsi deliberatamente del male.

Un sondaggio Pew Research, i cui risultati sono stati pubblicati nel 2018, ha concluso che le discussioni sui social media sono inutili come la maggior parte dei casi le persone non cambiano idea su questioni politiche o sociali. Piuttosto, questi tipi di dibattiti su Twitter ottengono l’effetto opposto, cioè per riaffermare ulteriormente le nostre idee o opinioni, sebbene il 29% degli intervistati abbia riconosciuto che, per alcuni aspetti, ammette di aver cambiato il proprio punto di vista su una questione. grazie ai social network.

Inoltre, la maggior parte degli intervistati ha risposto che “i social media distolgono le persone dalle questioni che sono veramente importanti”. Siamo consapevoli che le discussioni su Twitter non risolvono nulla e ci distraggono. Allora perché cadiamo? Forse, come affermato nel video, perché tutti, compresi noi, fanno parte di questo problema.