Di fronte alle richieste della pandemia che continua a colpire duramente e alle intemperie di questo freddo inverno, andare a lezione è diventato una sorta di viaggio a Narnia dove studenti e insegnanti pensano di più a come tenere le mani al caldo davanti a ciò che mettono sulla lavagna. Costretto ad avere le finestre aperte per migliorare la qualità dell’aria di fronte al coronavirus Sembra che l’unico modo per resistere al freddo sia indossare indumenti termici, diversi maglioni sopra e persino un cappotto. Tuttavia, è apparsa una nuova invenzione per rendere questi mesi più sopportabili, non tutto sarebbe andato perduto!

Spero che lo dobbiamo a un’invenzione di una fabbrica di Valencia che è mezzo poncho, mezza coperta che sta già spazzando via tra gli studenti in Spagna. Riguarda la ‘mantaescola’ una soluzione molto made in Spain che mira a riscaldare studenti e insegnanti, lasciando le braccia libere per ripararsi in classe, ma anche per avere mobilità per scrivere e anche per alzare la mano.

E precisamente, nel caldo dell’ondata di freddo, le loro vendite sono salite alle stelle e, a quanto pare, tutte le scuole in Spagna vogliono impossessarsi di questa invenzione. Quello che hai ottenuto Textils Mora in Ontinyent, (Comune valenciano) È un bel fenomeno perché in un periodo di tempo relativamente breve, questa azienda valenciana si è vista con più di 20.000 unità vendute e migliaia di chiamate interessate nel prodotto che va da qualsiasi parte del paese. Da Cadice a A Coruña e persino ordini da paesi come la Francia.

Questa è la ‘mantaescola’ di Textils Mora che riesce a combattere il freddo delle classi congelate

L’idea è nata da una visita dell’Assessore all’Istruzione, Óscar Borrell alle aule e rendersi conto della situazione fredda e umida che si viveva dentro e che insegnanti e studenti dovevano sopportare per motivi di ventilazione e mantenere tutte le misure anticovide nell’ambiente. In questo modo si è deciso di fornire agli studenti dei mezzi per riscaldarsi e così è nata l’idea della ‘mantaescola’ in cui hanno lavorato il Comune e la fabbrica Textils Mora.

Un capospalla di cui 6.000 unità originariamente erano state acquistate per gli studenti locali e successivamente esteso ad altri comuni. Tant’è che ora tutti hanno questa coperta speciale e l’azienda valenciana riceve ordini da tutta la Spagna.

Quello che ci chiediamo tutti dopo questo boom è se davvero la “coperta scolastica” è un’invenzione che dà così tanto calore e che combatte così bene il freddo? E la spiegazione data dai suoi produttori a tutti coloro che non hanno ancora indossato l’invenzione è che questo tipo di coperta È realizzato con microfibra di poliestere da 300 grammi che fornisce calore e questo dà anche conforto, “con il suo tocco super morbido”, come si spiegano.

Sottolineano inoltre che è resistente a più lavaggi in quanto è inteso che si tratta di un capo tessile che da utilizzare quotidianamente per diversi mesi e ha anche proprietà antibatteriche e ipoallergeniche e il sigillo di qualità ambientale OEKO-TEX Standard 100.

Acquistarlo? Si riferiscono al loro sito web dove possono fare tutta la gestione online e dove vengono spiegati maggiori dettagli di questo prodotto di punta del 2021 che, per ora, è disponibile in tre taglie, sia per ragazzi e ragazze, sia per giovani e adulti e che valore compreso tra 16 e 18 euro Ti permetterà di sopportare di più il freddo in classe ed essere allo stesso tempo concentrato.