Il presentatore televisivo russo Aleksandr Chachnov è saltato in acqua in piena trasmissione dopo aver visto un cane annegare in un lago ghiacciato. L’evento è stato applaudito dai presenti e sui social.

Assumersi dei rischi per gli altri è una delle azioni più nobili che una persona possa fare Bene, non si tratta solo di salvare la vita degli altri in situazioni complicate, ma anche di mettere in pericolo la propria vita per salvare qualcuno.

Questo è stato l’esempio che ha fatto un giornalista russo perché, dopo aver visto come un cane randagio è annegato nelle acque di un lago ghiacciato, Ha deciso di lasciare il suo lavoro, la sua reputazione e soprattutto la sua stessa vita, per salvarlo dal perdere la vita in quel luogo.

Gazeta Russa

L’uomo conosciuto come Aleksandr Chachnov, è un presentatore televisivo e reporter che di solito trasmette in diretta all’estero, dove questa volta non era diverso e lui era a Mosca a fare un ufficio.

Fu in quel momento che dietro di lui, un cagnolino annegò nelle acque gelate di un settore della città e non riuscì a uscire dal ghiaccio che lo circondava. In quel momento l’uomo ha deciso di mettere da parte il microfono, spogliarsi ed entrare in acqua per salvarlo.

Reporter abbassa il microfono e salta nell'acqua gelata per salvare un cane.  Il freddo non era una scusa 13
Gazeta Russa

Attualmente a Mosca sono in inverno, quindi la situazione climatica è piuttosto dura in questo momento, infatti in gli ultimi giorni sono stati estremi da -12 ° C a -14 ° C. Ulteriore, la temperatura di un lago potrebbe raggiungere 0,3 ° C durante il giorno.

È allora che l’impresa del giornalista diventa totalmente rischiosa ed eroica poiché, non solo è saltato in acqua per salvare un cagnolino dalla strada, ma anche affrontato freddo estremo che è a Mosca in questi giorni e ha rischiato la propria salute.

Reporter abbassa il microfono e salta nell'acqua gelata per salvare un cane.  Il freddo non era una scusa 15
Gazeta Russa

Poi, nello stesso registro, si vede come Chachnov esce dall’acqua semi nudo e tiene in braccio il cane, dove – grazie all’aiuto delle persone che hanno assistito all’evento – Sono stati in grado di portare il cane in una macchina e di prestargli le cure mediche necessarie dopo l’evento.

Un’impresa che non tutti noi potremmo contare poiché pochi correrebbero tali rischi per salvare un animale.

Basta battere le mani!

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));