Tramite Instagram, Rosa ha annunciato un paio di settimane fa, lei e suo figlio di Jameson, 3 anni, ha presentato sintomi di coronavirus e i test sono stati positivi.

Vivere la malattia nel suo corpo portato il cantante a mettere il suo granito di sabbia, e di donare 1 milione di dollari in sostegno al settore sanitario, che è stato superato anche da virus e in modo che più persone possono essere serviti.

Quando la malattia colpisce la vostra famiglia

Per fortuna, la cantante e suo figlio sono stati diagnosticati in tempo, e ha ricevuto un trattamento adeguato, in modo che in due settimane il suo recupero è stato totale.

Due settimane fa mio figlio di tre anni vecchio, Jameson, e mi mostra i sintomi di Covid-19. Fortunatamente, il nostro medico di famiglia ha avuto accesso al test sono stati positivi. Io e la mia famiglia, eravamo già in quarantena e, seguendo le istruzioni del nostro medico, due settimane più tardi abbiamo anche dormito a casa. Pochi giorni fa, siamo tornati a fare delle prove e per fortuna ci è venuto fuori negativo.

Rosa estende la sua mano per aiutare

Rosa e i suoi 3 anni, figlio, Jameson, sono positivi per il coronavirus

Alecia Moore —il vero nome della Rosa— è una donna altruista che usa la sua fama e le risorse per aiutare associazioni di beneficenza per la lotta contro i problemi sociali, ambientali e di salute. Recentemente offerto aiuto ai vigili del fuoco che hanno lavorato giorno e notte per spegnere gli incendi massicci in Australia.

Ora, volto vicino al coronavirus è stato ispirato a donare 500 mila dollari per il Fondo di Emergenza dell’Ospedale Universitario di Tempio, a Philadelphia (dove sua madre ha lavorato per 18 anni), e 500 mila dollari per il Fondo Emergenza Crisi Covid-19, Los Angeles.

Gli studi dovrebbero essere più accessibili

Rosa e i suoi 3 anni, figlio, Jameson, sono positivi per il coronavirus; dottorato di ricerca in uniforme

Approfittando del rilascio, Rosa ha anche espresso il suo disagio, e ha descritto le azioni del governo degli Stati uniti come uno scherzo non è riuscito, perché i test sono accessibili solo a pochi eletti, come se fosse un lusso piuttosto che un urgente problema di salute pubblica.

Si tratta di una parodia e un colossale fallimento del nostro governo di non fare le prove più accessibile. La malattia è grave e reale. La gente ha bisogno di sapere che colpisce i giovani e gli adulti, sani e malati, ricchi e poveri, e il test deve essere libera e accessibile a proteggere i nostri bambini, le famiglie, gli amici e la comunità.