Per amore si possono fare tante cose folli ed è per questo che sicuramente, dopo aver saputo che c’è un lieto fine, non è stato difficile per noi comprendere l’illusione di Darek Catalan vivere la sua storia del film senza preoccuparsi di quello che pensava il resto. Certo, come lui, a un certo punto abbiamo avuto tutti un’idea dell’erba. Quello che succede è che nel suo caso, il suo viaggio per amore ha messo in allerta il mondo intero, ha mobilitato i raid dei vicini e ha tenuto la sua famiglia in un senzatetto nelle ultime 30 ore. Qualcosa di un po ‘pesante, anche se sembra molto romantico che sia per un amore a distanza.

Ed è quella domenica scorsa questo ragazzo di 13 anni della città di Puerto Real, a Cadice Non vedeva l’ora di incontrare la ragazza con cui parlava sui social da diversi mesi. Il suo era un desiderio da tempo e lo aveva fatto sapere ai suoi genitori perché lo portassero a Madrid per incontrarla, ma con la pandemia tutto era stato ritardato. Poi, il giorno in cui lo vide chiaramente e che aveva mano libera, senza una parola, Darek uscì di casa e lasciò tutti molto preoccupati per la sua scomparsa.

Una fuga d’amore per un film

La sua destinazione era Madrid, dove si trovava la ragazza e in questo viaggio improvvisato Darek aveva solo mille euro con lui, come riportato da “El Diario de Cádiz”. Con nessun altro piano che presentarsi lì all’improvviso e approfittando del fatto che era solo a casa perché i suoi genitori stavano facendo la spesa, questo ragazzo ha deciso che era il momento perfetto per scappare e finalmente incontrare il suo amore personalmente.

Non ha lasciato un biglietto, né ha alzato il telefono quando è stato chiamato e il fatto è che ha lasciato la porta di casa aperta e la console accesa, generando più allarme tra i suoi genitori. Questi erano temuti il ​​peggio. Da qui in poi la storia d’amore si rivela meno divertente perché nessuno poteva immaginare che un minore sarebbe arrivato da solo a Madrid, in una situazione di crisi sanitaria in cui le chiusure perimetrali sono mantenute in tutte le città, ma Darek lo ha fatto.

Infatti, nella sua fuga romantica e per arrivare a destinazione senza che nessuno glielo impedisca, questo ragazzo lasciava falsi indizi e giocava con tutti alla distrazione. Se qualcuno gli mandava un messaggio o lo chiamava, quello che faceva dopo era bloccarlo e in alcuni dei gruppi WhatsApp a cui partecipava il giovane scriveva in uno che era a Bilbao e in un altro andava anche oltre: mandava un messaggio audio sconosciuto in cui ha detto (con voce distorta) di essere stato rapito e ha chiesto un riscatto.

La verità è che anche se lo avesse impedito, è stato il suo stesso telefono a dare gli indizi su dove si trovava. Localizzando il suo cellulare, la polizia lo ha trovato ad Atocha ed è così che è finito questo incubo per i suoi genitori, anche se ora quello di Darek sta iniziando. Spaventato e pentito di colui che si è unito alla sua fuga volontaria per amore Ha ammesso che temeva il momento di tornare a casa a causa della punizione che lo attendeva.

E non solo, ora indagherà su come questo ragazzo di 13 anni per aver cercato di vedere la sua ragazza online sia riuscito a eludere tutti i presunti controlli operativi per la pandemia in tutta l’Andalusia e potrebbe viaggiare così felicemente per metà della Spagna per incontrare la sua. ragazza di persona.