• La verginità non è qualcosa di fisico che magicamente scompare, ma un costrutto sociale obsoleto e pieno di mito


  • Per alcuni adolescenti, perdere la verginità significa molto di più che fare sesso

Non c’è niente che preoccupa di più un adolescente fare sesso per la prima voltaSarà magico come dicono o rimarrò deluso? Farà male? Dovrei aspettare qualcuno di cui sono innamorato? Dovrei dire all’altra persona che sono vergine o tenere per me questo segreto?

Tutti questi dubbi assalgono la mente delle persone, sia adolescenti che adulti, che non hanno ancora praticato il sesso, perché in fondo non c’è un’età corretta per farlo per la prima volta, dipende dalle circostanze di ciascuno.

Come se la pressione che mettiamo su noi stessi non fosse sufficiente, i confronti con i nostri amici possono ammaccare ulteriormente la nostra autostima. Questo è quello che succede a Carlos, un ragazzo di 18 anni che si preoccupa di tutti i suoi amici hanno già fatto sesso, ma non l’ha ancora fatto. Oggi analizzeremo il concetto di verginità e i relativi dubbi per mano della sua testimonianza.

Il caso di Carlos (18 anni)

So che è molto superficiale e sciocco lasciare che questo mi influenzi, ma il fatto che tutti i miei amici abbiano perso la verginità, tranne me, mi colpisce molto. Alcuni l’hanno fatto con le loro fidanzate di una vita, altri con ragazze che conoscevano appena, altri ancora con qualcuno che hanno incontrato al college quest’anno. Sto seguendo due candele.

Pensavo che all’inizio della gara avrei incontrato un sacco di gente, sarei andato a far festa e avrei potuto disinibirmi, ma non ci sono riuscito. Prima volevo aspettare di essere innamorata, ma ora voglio solo incontrare qualcuno con cui mi sento a mio agio. Il problema è che essendo così inesperta non credo che alla ragazza piacerà, quindi Comincio a sentirmi sopraffatto e quando è il momento di invitarla a casa sua o di andare da lei, crollo e finisco da solo nel mio letto.

Un giorno stavo per farlo con una ragazza, ma all’ultimo momento ero così sopraffatto che non sono riuscito a farlo. Questo aneddoto mi ha segnato così tanto che penso che sarà sempre lo stesso. È come il serpente che si morde la coda. Più aspetto, più mi colpiscono. Più mi gratto, più lo rimando.

Voglio rilassarmi e divertirmi, ma ho molti dubbi. Non so se sarebbe più facile confessare e ammettere di essere vergine, o se la ragazza sarebbe scappata quando l’ha scoperto. Quello che mi è chiaro è che non posso andare avanti così.

Cos’è la verginità?

Da quando abbiamo iniziato a parlare o a interessarci al sesso da adolescenti, il concetto di verginità è stato impresso nella nostra mente dal fuoco. Ma vi siete mai fermati a pensare a cosa significa veramente? Sì, a priori è un termine usato per dire in poche parole che non hai mai fatto sesso. Il problema è che la verginità è così distorta che entro il 2019 ha perso ogni significato.

  • La verginità è un costrutto sociale

Questo significa, né più né meno, che la verginità non è qualcosa di fisico che magicamente scompare. È un’etichetta che incoraggia le insicurezze, la paura, i dubbi e l’ignoranza sulla sessualità umana.

Sì, nel caso delle donne, possiamo incontrare l’imeneUna sottile membrana situata all’apertura della vagina. Tuttavia, questo pezzo di pelle non dovrebbe e non può essere utilizzato per valutare la verginità. Prima di tutto, perché l’imene può essere spezzato in mille modi diversi dal sesso. In secondo luogo, perché alcune donne non hanno nemmeno l’imene. Terzo e ultimo, perché a volte l’imene può essere intatto nonostante abbia fatto sesso.

  • Verginità è una parola antiquata che riflette una visione parziale dei rapporti sessuali

Storicamente, la verginità è stata legata alla penetrazione. Invece, la stimolazione orale e la masturbazione sono stati considerati preliminari. Questo è falso e riflette una credenza piuttosto antiquata nel sesso.

I preliminari sono definiti come qualsiasi gioco di tipo sessuale precedente all’atto, il cui obiettivo è quello di eccitare la coppia sia fisicamente che psicologicamente per facilitare il coito successivo. In altre parole, un assaggio di ciò che accadrà dopo, cioè la penetrazione.

Il concetto di preliminari dovrebbe essere bandito dal nostro vocabolario. Il sesso orale e la masturbazione non sono un’anteprima di nullama le pratiche sessuali sono di per sé piacevoli e importanti come qualsiasi altra. Non serve la penetrazione per dire “Ho fatto sesso per la prima volta”.

  • La verginità non è un tesoro segreto

Ci è sempre stato detto che la verginità è qualcosa di molto importante da dare a una persona di cui siamo totalmente innamorati. Stiamo parlando del nostro corpo, non di un regalo di Natale. Se vuoi farlo con qualcuno di speciale è fantastico, ma non devi sentire le farfalle nello stomaco per fare sesso.

L’amore non renderà indimenticabile la tua prima volta. Ciò che conta davvero è che le persone coinvolte siano convinte che lo si voglia fare, che ci sia rispetto e che entrambi si preoccupino del piacere dell’altro.

Inoltre non è obbligatorio dire al proprio partner o flirtare che questa è la prima volta. Questa decisione dipende solo ed esclusivamente da voi. Se vuoi confessare, bene, ma… se preferisci non dirlo apertamente, è un tuo diritto.

Il sesso è qualcosa che dovremmo fare per piacere, non per fare pressione. Godere, conoscere il proprio corpo e mettere da parte i tabù, ma Qualunque cosa tu faccia, falla con la testa. Porta il preservativo in tasca sia che tu sia un ragazzo o una ragazza, non acconsentire a qualsiasi pratica che non ti convinca, rispettare l’altra persona, dire apertamente le cose che ti danno piacere e quelle che non lo fanno, e se in qualsiasi momento te ne pentirai, ricordati che hai tutto il diritto di cambiare idea.