"Spio tutto quello che il mio ex fa su Instagram": quando si preoccupa dello stalking 1

“Spio tutto quello che il mio ex fa su Instagram”: quando si preoccupa dello stalking


  • Spettegolare o, in spagnolo, spettegolare sul nostro ex-partner è la cosa più normale del mondo, ma a volte ci sfugge di mano e rasenta l’ossessione

È inevitabile provare curiosità per le persone che hanno fatto parte della nostra vita, soprattutto per quelle che hanno segnato un prima e un dopo come ex-coppie. Se a questo aggiungiamo quanto sia facile trovare qualcuno sui social network abbiamo il terreno perfetto per far sì che la curiosità diventi un’ossessione. Quando è preoccupante lo stalking? Questa è la domanda che si pone Ana. Ha 20 anni e lo ha appena lasciato con il suo primo amoree non può fare a meno di spettegolare su di lui ogni giorno. Oggi daremo alcune indicazioni per riconoscere l’ossessione della mano della sua testimonianza.

Il caso di Ana (20 anni):

Io e il mio ex fidanzato l’abbiamo lasciato un paio di mesi fa. E’ stato di comune accordo e in realtà siamo diventati amici più o meno, cosa che all’inizio pensavo fosse fantastica, ma diventa ogni giorno più pesante.

La ragione della rottura è stata la distanza. Fin dalla prima gara siamo stati in città diverse e alla fine tanti chilometri ci hanno fatto pagare il loro pedaggio. Né lui né io eravamo innamorati, e alla fine abbiamo litigato o siamo stati più passivi. Alla fine di settembre ne abbiamo parlato e abbiamo deciso che era meglio smettere per non continuare ad avere un brutto periodo, e i primi giorni mi sono sentito liberato ma poi ho iniziato a sentirmi sopraffatta.

È stato il mio primo amore. Siamo insieme dai tempi del liceo e non so come fare a stare da sola. Ho molta paura dell’indipendenza, anche se nel profondo so che è bello poter stare in piedi da soli e scoprire cose nuove. Il problema è che invece di godersi l’essere single Passo tutto il giorno a guardare i loro social network.

Vedo tutte le sue storie e le foto di Instagram, entro nei suoi “mi piace” di Twitter e spettegolo al millimetro sul suo Facebook. So che non è salutare, davvero, ma non posso farci niente. Ho cercato di controllarlo mettendo a tacere e anche Ho disinstallato Instagram per qualche giorno perché è l’app che seguo di più, ma finisco per cascarci di nuovo. E la cosa peggiore è che quando lo vedo ad una festa o con qualche amico che non conosco, mi arrabbio molto, perché penso che gli sia già passata, mentre ancora penso a lui.

Non so se sia normale o meno. Quando è il stalkeo?

5 segnali di allarme

Stalkear o, in inglese, spettegolare su qcn. è la cosa più normale del mondo. Quasi tutte le persone sono curiose e gli esseri umani sono sociali, quindi a volte concentriamo questa curiosità sulla vita degli altri. Alcuni seguono InfluentiAltri guardano i reality e altri si concentrano sui loro amici e conoscenti. L’importante è saper discernere la linea sottile che separa la sana curiosità dall’ossessione, soprattutto quando si tratta di amore e di cuori spezzati.

Ci sono alcuni campanelli d’allarme che può indicare che il stalkeo sta sfuggendo di mano:

Se la rottura è recente, un po’ di stalkeo. La cosa strana sarebbe dimenticare completamente quella persona e non provare la minima curiosità per la sua vita, soprattutto se la relazione è finita bene. Invece, quando il gossip va avanti per più di un mese Dovremmo preoccuparci un po’, ormai.

  • Toglie tempo ad altri compiti più importanti

Una cosa è connettersi di tanto in tanto all’Instagram del proprio ex per vedere come ti tratta la vita, un’altra è farlo ogni ora di ogni giorno. Quando il stalkeo sottrae tempo allo studio, al lavoro, al sonno, alle attività del tempo libero o alla vita sociale, è che la cosa ci sta sfuggendo un po’ di mano.

  • Ti impedisce di ricostruire la tua vita

Spettegolando costantemente sulla tua ex-partner, inevitabilmente ce l’hai in testa. Se confronti tutte le tue scappatelle con la tua ex e trovi difficile uscire perché sei ancora bloccato nel dolore, la cosa più comune da fare è chiedere aiuto. Non siamo supereroi ed è normale aver bisogno di tempo e fatica per superare una rottura. Il problema è quando il modo di gestire il dolore è quello di spettegolare su di esso giorno dopo giorno. Come dice la canzone “non è amore, è un’ossessione”.

  • Hai cercato di smettere e non ci sei riuscito

La caratteristica comune a tutti dipendenze è di aver tentato di smettere qualche volta e di avere una ricaduta. Succede con le droghe, succede con il gioco d’azzardo patologico, succede con il cibo spazzatura, e succede con l’amore. Chiaramente, i rischi dell’uso di eroina e stalkear al tuo ex non hanno eguali, ma alla fine l’obiettivo è quello di rompere la dipendenza, indipendentemente dalla sua gravità.

E infine il segno più importante è che ci si sente male per il stalkeo. Si può sentire l’ansia o la tristezza e anche ti incazzi con la tua ex o con te stesso. Ci sono molti modi per provare disagio in una rottura, soprattutto quando non la si supera bene.

Se vi siete identificati con uno dei segni, richiesta di aiuto ai vostri amici e familiari e se lo ritenete necessario, mettetevi nelle mani di un professionista della salute mentale.

Controlla anche

Ama così tanto il suo fratellino che potrebbe cantare per lui tutto il giorno

Se sei la sorella maggiore, probabilmente hai provato quell’emozione quando ti hanno detto che avresti …

Come affrontare la morte e il dolore del vostro cane in seguito 5

Come affrontare la morte e il dolore del vostro cane in seguito

Avere un cane è avere un grande amico. Ecco perché ogni proprietario ha paura di …

Stranger Things ha lanciato il teaser della nuova stagione. Sapevamo che Hopper non ci aveva abbandonato

La domanda ora è: cosa ci fa Hop nelle gelaterie dell’Unione Sovietica? Non sta dicendo …