La Grande Carestia ha colpito l’Irlanda nel 1845, dove milioni di morti per mancanza di cibo, oggi rappresentata nel mitico statue. A quel tempo, i nativi americani hanno inviato le loro umile aiuto, e ora i ruoli sono stati invertiti, sulla scia del coronavirus che colpisce le tribù.

È conosciuta anche come la fame di papa, la scarsità e la preminenza di questo alimento. Che si è verificato nel XIX secolo, ha causato la morte di milioni di persone. In quel tempo, migliaia di chilometri di distanza, la tribù di nativi americani che abitavano in quello che è ora, gli Stati uniti, appreso della tragedia e mandò aiuto per il popolo irlandese.

Sulla scia del coronavirus, questa fratellanza ha assunto un significato più che mai. L’irlanda ha creato e inviato fondi per aiutare i loro fratelli americani, restituendo il favore di quasi 200 anni fa.

Le statue che adornano le strade di Dublino (Capitale irlandese) sono “venire alla vita”, per onorare la mano che proveniva da un altro continente.

Flickr, William Murphy

Il Choctaw, una delle tribù di nativi americani, inviati $170 dollari in aiuti, che oggi corrisponde a circa 5 mila. Significava una grande quantità di denaro. La situazione in Irlanda era tale, che circa due milioni di persone, tra il defunto e quelli emigrati.

Statue che prendono vita: La storia di fratellanza tra Irlanda e nativi americani torna a rinascere 14
Tribù di nativi americani Choctaw (NATIVI AMERICANI NETROOTS )

La piaga della patata spazzato tutte le colture in Europa, scatenando la miseria.

Senza dubbio, è qualcosa di difficile da dimenticare, che è il motivo per cui la città onorare i propri caduti con queste statue, ma anche per celebrare la donazione di Choctaw.

Statue che prendono vita: La storia di fratellanza tra Irlanda e nativi americani torna a rinascere 16
Monumento alla donazione di Choctaw, durante la carestia delle patate (Ognyan Yosifov / Alamy)

Da quel momento i legami tra i due popoli erano in crescita e sempre più forte. Oggi, più che mai, è diventata priva di senso, come centinaia di persone irlandesi sono per pagare il debito, che oggi soffrono la pandemia del coronavirus.

Un po ‘ meno 2 milioni di dollari sono stati sollevati per andare in suo aiuto, con i partenariati e dei volontari, di tutte le persone che riconoscono il gesto di Choctaw.

Statue che prendono vita: La storia di fratellanza tra Irlanda e nativi americani torna a rinascere 18
Flickr, William Murphy

Acqua potabile, cibo e implementa della salute sta cercando di consegnare alla tribù di nativi americani. Più oggetti che sono valutate oggi.

“Sono sempre stato colpito dalla gentilezza e generosità, e anche quello che vedo nel popolo irlandese. Sembrava il momento giusto per provare a restituire il favore.”

Ha commentato l’organizzatore dell’evento, secondo mette in evidenza il New York Times.

Statue che prendono vita: La storia di fratellanza tra Irlanda e nativi americani torna a rinascere 20
Flickr, William Murphy

“Grazie, IRLANDA, per mostrare solidarietà e di essere qui per noi. Siamo diventati spiriti affini con l’irlandese negli anni dalla carestia irlandese del papa”.

Ha risposto a un utente in GoFoundMe, dove sono raccolti i soldi.

Il coronavirus ha assunto le terre tribali americana, una delle peggiori epidemie negli Stati uniti. Registrato migliaia di infetti e 70 morti.

Statue che prendono vita: La storia di fratellanza tra Irlanda e nativi americani torna a rinascere 22
Flickr, William Murphy

Che la fame è il primo di una crisi umanitaria documentato in quotidiani e ben conosciuto in tutto il mondo. Oggi è il COVID-19, che ha tenuto il mondo in allerta, ma anche per rafforzare il nostro lato umano.

Aiuti all’Irlanda, è venuto anche da altri luoghi del pianeta, come prigionieri di Sing Sing, exclavos nei Caraibi e condannati in navi di Londra, mette in evidenza il New York Times.

L’amicizia, la bontà e la cura per sempre essere imposto sulle tragedie.