• In Spagna ci sono 213.000 giovani, secondo l’INE, che vivono lontano dalla loro famiglia, e in un anno segnato dalla solitudine e dall’incertezza abbiamo più voglia che mai di stare insieme ai nostri


  • Per evitare turbamenti e contagi, abbiamo compilato tutto ciò che non dovresti fare prima di tornare a casa per Natale e le raccomandazioni per prenderti cura della tua salute

Il conto alla rovescia per Natale è imminente ed è segnato dall’incertezza, soprattutto per i giovani lontani dalle loro famiglie, una percentuale non piccola. In Spagna, le persone che risiedono in una famiglia di una persona sono una specie che non è esattamente in estinzione. Secondo INE, 96mila giovani tra i 20 ei 29 anni vivono soli, e 117mila non vivono nel nucleo familiare, ma lo fanno con altre persone che non sono imparentate, come gli amici o il loro partner.

Poiché i dati non migliorano, non sappiamo ancora con certezza se saremo in grado di viaggiare in determinate comunità o quante saremo in grado di essere al tavolo. Il governo e le comunità hanno raggiunto alcuni accordi il 2 dicembre, ma oggi è probabile che le misure vengano inasprite, soprattutto dopo che paesi come la Germania o il Regno Unito hanno deciso di iniziare un nuovo confino. Sanidad ha cambiato il piano per consentire alle comunità di intraprendere più azioni e, una settimana prima della vigilia di Natale, Non sappiamo ancora con certezza quali saranno le regole di sicurezza per le vacanze.

Vogliamo tutti vedere la nostra famiglia, questo è chiaro, e altro ancora un anno caratterizzato dall’isolamento. Dopo mesi di reclusione all’inizio del 2020, un caotico ritorno alla normalità in estate e una nuova recessione di fronte alla seconda ondata di pandemia, noi spagnoli abbiamo chiesto un po ‘ai Re Magi calma e tempo familiare. Ma per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo seguire alcune linee guida.

Questo sarà un Natale molto diversoyasss.es

Cosa non fare se torni a casa per Natale

  • Non incontrare un gruppo di amici ogni giorno

Sicuramente vuoi vedere i tuoi amici del college, i tuoi vecchi compagni di classe ei colleghi del tuo ragazzo, ma incontrarsi venerdì con alcuni, sabato con altri e domenica con un gruppo diverso, non è l’idea migliore.

Limita i tuoi contatti social al tuo famiglia vicina e, al massimo, a stesso gruppo di amici.

  • Evita di lasciare la spesa per l’ultimo giorno

Sappiamo tutti che il Natale è una scusa per spendere soldi. Se vuoi evitare la folla, acquista online o prevedi di evitare di dover andare per i doni dei re il 5 gennaio. Non solo farai un favore alla tua salute mentale – i negozi affollati sono un peso – ma ridurrete al minimo il rischio di contagio del coronavirus.

  • Limita il contatto fisico con amici e familiari

Dopo non aver visto i tuoi nonni, zii e genitori per mesi, avrai voglia di gettarti tra le loro braccia e dare loro un sacco di baci. Stai calmo e mostra il tuo affetto in un altro modo, soprattutto se i giorni prima dell’incontro con la tua famiglia sei stato con altre persone o lavori davanti al pubblico.

Lo stesso vale per amici e conoscenti. Meglio sbattere i gomiti o mandare un bacio in lontananza.

  • Salta le feste al coperto

Se hai una cena con gli amici o una festa che non puoi – o vuoi – rimandare, prova ad adottare il misure di sicurezza tempestive. Rimani su un terrazzo o per una passeggiata, non toglierti la maschera se non è per mangiare o bere e, nel caso in cui ti trovi in ​​un bar o in casa, apri le finestre per arieggiare.

Questo non solo ti risparmierà un disgusto per la salute, ma anche legale. Durante il mese di dicembre si registrano decine di denunce per feste di massa in appartamenti e le multe possono superare i mille euro.

Ci hanno sempre detto che la condivisione è un gesto di solidarietà e amicizia. Nel 2020 n. Non bere dallo stesso bicchiere, non truccarti, non fumare la stessa sigaretta, non dare a qualcuno un assaggio del tuo cucchiaio o della tua forchetta e non toccare tutti le stesse posate che vengono utilizzate per servire il cibo (solo una dovrebbe ordinare ).

pexels-nicole-michalou-5779174

Rendi sicure le tue riunioni di famigliayasss.es

Consigli per visitare la tua famiglia e i tuoi amici

Ora che siamo chiari su cosa non dovremmo fare, è importante sottolineare tre raccomandazioni che possono salvare vite umane e salvarci il mal di testa:

  • Attenzione ai mezzi di trasporto

La data proposta dal governo per viaggiare tra comunità autonome coincide con la fine dei corsi universitari, che nella maggior parte delle facoltà è il 22 dicembre. In altre parole, il 23 dicembre a crollo della strada.

Se stai per prendere il treno o l’autobus, usa una maschera approvata e porta un gel per le mani nella borsa. E quando possibile, viaggia in anticipo per evitare la folla sui mezzi pubblici.

  • Metti in quarantena prima di ricongiungerti con la tua famiglia

María del Mar Tomás, portavoce della Società spagnola per le malattie infettive e la microbiologia clinica (SEIMC), assicura che l’unico modo per riunirsi in sicurezza con la nostra famiglia o i nostri amici è mettere in quarantena in anticipo.

Secondo l’esperto, dobbiamo garantire a contatto sociale minimo tra 5 e 7 giorni prima per recarsi nelle nostre case.

  • Se la tua tasca lo consente, procurati una PCR

La PCR è un test che rileva il coronavirus nella fase attiva, cioè nelle prime fasi dell’infezione. Tuttavia, è possibile eseguirlo gratuitamente solo se abbiamo avuto contatti con qualcuno di positivo o se ci stiamo per sottoporre a un intervento chirurgico.

Altrimenti, dobbiamo richiedere il test in un centro privato. Se puoi permettertelo finanziariamente e ti senti più calmo, fai una PCR e sbarazzati dei dubbi.