È conosciuto come il più devastante tsunami della storia e ha colpito 14 paesi.

Lo tsunami più devastante della storia ha 15 anni. La tragedia, che ha avuto il suo epicentro nel paese asiatico di IndonesiaIl primo di questi, che ha tolto la vita a più di un milione di persone. 220.000 persone e ha colpito 14 nazioni con linee di costa nel Oceano Indiano.

AP

Il terribile evento si è verificato un giorno dopo le vacanze di Natale, il 26 dicembre 2004. E’ iniziato con un forte terremoto di magnitudo 9.1 della scala Richter, al limite marino di Indonesia. Non c’è stato abbastanza tempo perché gli abitanti potessero reagire all’impatto del terremoto che ha scosso il paese asiatico al mattino, quando sono stati rapidamente colpiti dalle immense onde che la scossa ha scatenato.

Tra dolore e memoria: devastante Tsunami indiano compie 15 anni Ha causato oltre 220.000 morti 21
AP

Secondo El Comercio, l’epicentro del terremoto era a 255 km da Banda Aceh a Sumatra, Indonesia. La costa di Banda Aceh è stato sommerso in pochi minuti. Altri paesi colpiti da questa tragedia sono stati la Thailandia, lo Sri Lanka, la Malesia, l’India e le ondate hanno avuto un impatto anche su Le coste africane.

Indonesia ha finito per subire le peggiori perdite della tragedia. Essere situato nel “Cerchio di Fuoco del Cerchio del Pacifico“caratterizzato da un’elevata attività sismica e vulcanica, ha subito almeno 160.000 morti, mentre Sri Lanka 35.000, il India 16.000 y Thailandia 8.000, come i principali interessati.

Tra dolore e memoria: devastante Tsunami indiano compie 15 anni Ha causato oltre 220.000 morti 23
AP

Dopo 15 anni di questa catastrofe che ha scosso il mondo, le immagini che una volta scuotevano il pianeta rivivono ogni anno come un amaro ricordo per gli abitanti di queste città, i sopravvissuti e le molte famiglie dei defunti. Chi è sopravvissuto lo ricorda con dolore e tristezza.

Tra dolore e memoria: devastante Tsunami indiano compie 15 anni Ha causato oltre 220.000 morti 25
AP

“Se dovessi descrivere come mi sentivo allora, vi direi che mi credevo praticamente onnipotente, che non mi poteva accadere nulla. Mi sentivo eterno e pieno di giovinezza. Davanti a lui c’era una nuova vita matrimoniale con lo scopo di formare una famiglia. È incredibile che quello che mi è successo sia successo in quel modo, in quel momento e in quel luogo, con tanti fattori di felicità in giro.

Pablo Garcia Oliver, un sopravvissuto della tragedia, a Mondo BBC

Tra dolore e memoria: devastante Tsunami indiano compie 15 anni Ha causato oltre 220.000 morti 27
AP

Queste popolazioni vivono con il ricordo eterno delle deplorevoli perdite. Ora, c’è una maggiore prevenzione di come agire in questi eventi in cui non c’è tempo per prendere decisioni. In molti di questi luoghi sono stati eretti anche monumenti in onore delle migliaia di morti.