Dopo essere stato bruciato dagli incendi in Australia, ha chiesto aiuto a un altro cucciolo, uno umano. I piccoli sono sostenuti.

Il disastro senza precedenti in Australia ha generato un’ondata di immagini che davvero hanno un impatto, si muovono e, soprattutto, si preoccupano.

Immagini Getty

Già che siamo in tema di incendi boschivi che hanno causato almeno 17 vittime, distribuiti in sei statis (chiudendo queste a intermittenza le loro autostrade), e in cui molte città, Con la popolazione che ha raggiunto i 5,2 milioni di persone, il fumo e il colore causati dalle fiamme dell’incendio è diventato uno scenario comune giorno per giorno.

Un canguro è andato a chiedere aiuto a un bambino e si sono stretti la mano. Si è fatto una doccia nella cenere 14
Eyevine
Un canguro è andato a chiedere aiuto a un bambino e si sono stretti la mano. Si è fatto una doccia nella cenere 16
Immagini Getty

No, Questa tragedia non ha un fianco che causi dolore e preoccupazione. Poiché si parla anche di 500 milioni di animali morti, mentre ce ne sono molti che sono vivi, la sofferenza e il dolore fanno parte della loro vita quotidiana. Come la quantità di fauna che si trova al momento di fronte alla fame e alla disidratazione, mentre queste fiamme consumano e distruggono i loro habitat.

Tra le vittime non mortali degli animali, c’è chi, pur non essendo morto all’epoca, ha dovuto essere sacrificato a causa della gravità delle sue ustioniche non ha permesso il loro recupero.

Un canguro è andato a chiedere aiuto a un bambino e si sono stretti la mano. Si è fatto una doccia nella cenere 18
AAP

E uno dei più famosi colpiti oggi, è un piccolo canguro, che ha recitato in un momento struggente nel New South Wales. Che dopo aver bruciato tra i fuochi, si spense con il cuore spezzato per cercare aiuto. Ed è così che ha trovato un altro bambino, un bambino umano.

Un canguro è andato a chiedere aiuto a un bambino e si sono stretti la mano. Si è fatto una doccia nella cenere 20
Matrice

Che lo ha accolto “stringendogli la mano” e bagnandolo con un bagno dalla sua doccia, per contrastare il calore delle ustioni.

Un canguro è andato a chiedere aiuto a un bambino e si sono stretti la mano. Si è fatto una doccia nella cenere 22
Matrice

Un’immagine e una scena, che all’interno di tutta la tragedia e il dolore, dà speranza e un po’ di luce al palcoscenico, dimostrando come i bambini possono avvicinarsi, amarsi e prendersi cura l’uno dell’altro senza discriminazioni.