Il senzatetto aveva terminato la laurea, ma 10 anni fa la povertà è arrivata a casa sua e oltre a lasciarlo per strada, ha diviso la sua famiglia. Ha trovato sostegno.

Il colombiano, residente a Medellín, Cristhian Ramirez, insieme alla sua ragazza Maira Alejandra Martinez, recitano costantemente e si divertono a fare azioni sociali o semplicemente incontrare nuove persone e le loro diverse vite. A loro piace aiutare e imparare gli uni dagli altri. Hanno una coscienza sociale e il desiderio di fare cose per altre persone, che hanno bisogno di una mano, che li faccia risaltare costantemente e che li unisce anche come coppia. Lavori ammirevoli per i prossimi, che cercano sempre di mantenerli segreti, senza dirlo a nessuno. Tuttavia, inaspettatamente, Cristhian è stato fotografato mentre aiutava un senzatetto.

Cristhian D Ramirez / Facebook

Si tratta di Andrés, a cui chiama Andresito, perché questo ragazzo odia essere chiamato “Andrés”, senza diminutivo. Lo considererà qualcosa di più gentile e toccante, o chissà. Un soggetto che è stato amico di Christian un anno e mezzo fa, quando si sono incontrati in un giorno di pioggia, nel momento in cui questo senzatetto è apparso davanti al suo balcone, rannicchiata contro un muro e ricoperta di panni bagnati. Fu in quel momento che Christian ha chiamato la sua ragazza, Maria Martinez, e insieme a lei hanno deciso di dargli il primo piatto di cibo di tanti che sarebbero arrivati. “Ops! Grazie fratellino mio “Andrés ha risposto a quell’azione di solidarietà. Si guardarono negli occhi e si salutarono sbattendo i pugni. Era iniziata un’amicizia.

Un giovane colombiano ha difeso un senzatetto dalla polizia e gli ha dato da mangiare.  È diventato suo amico 17
Cristhian D Ramirez / Facebook

Ma questo non sarebbe esente da momenti difficili, perché dopo avrebbe smesso di vederlo per molti giorni, solo per trovarlo a litigare con un poliziotto. Funzionario delle forze di sicurezza che era venuto a buttarlo violentemente dal luogo in cui riposava. Quello che anche quando Andrés ha raccolto le sue cose per andarsene, gli ha dato un calcio alla schiena, gettandolo insieme alle sue coseNello stesso momento in cui era accompagnato da un altro poliziotto, hanno continuato a insultarlo. È lì che si è messo Cristhian, pronto a difenderlo.

“Dal mio balcone sono entrato e ho gridato al poliziotto perché lo picchiava se non lo stava attaccando. Il poliziotto ribelle è venuto al mio balcone e mi ha parlato con un tono di sfida a cui ho sempre risposto. “Allora mettilo a dormire sul tuo balcone, rospo!” Lui mi ha detto. «Be ‘, qui l’ho messo a dormire, ma non picchiarlo! Non ti sta facendo niente. Ho risposto con un tono altrettanto stimolante. La lotta finì e tutti se ne andarono. Ancora una volta sono passati diversi giorni senza rivedere Andresito, finché non l’ho ritrovato a camminare per strada “

– ha contato Cristhian Ramirez in un postando il tuo su Facebook

Un giovane colombiano ha difeso un senzatetto dalla polizia e gli ha dato da mangiare.  È diventato suo amico 19
Cristhian D Ramirez / Facebook

Dopo questo incidente, Cristhian ha avuto nuovamente l’opportunità di incontrare “Andresito”. Chi è stato invitato a mangiare pane caldo, mentre hanno approfittato di avere una conversazione. Scena che è stata fotografata e caricata sui social network. E momento in cui Andrés lo ha ringraziato per averlo difeso dalla polizia, oltre a dirgli di più su di lui e la sua storia.

Un giovane colombiano ha difeso un senzatetto dalla polizia e gli ha dato da mangiare.  È diventato suo amico 21
Cristhian D Ramirez / Facebook

“Quel pomeriggio mi ha raccontato molto della sua vita. Cose di cui sono rimasto sbalordito. Vive per le strade di Cali da 10 anni. È nato a Medellín, ha lasciato una laurea, ma la povertà è arrivata a casa sua dividendoli tutti e lasciandogli altra scelta che la strada. Ama le caramelle, odia la polizia con la sua vita ed è un amore umano. Non gli ho chiesto se vuole scendere dalla strada o no, né gli ho chiesto se si sente a suo agio nelle sue condizioni, se usa droghe o no, se ha sentito parlare di Dio, e tutta quella merda che gli ‘eroi’ chiedono al abitanti di strada. Voglio solo essere suo amico, non rovinarlo e quando ha bisogno di aiuto, essere lì per lui “

– relazionato Cristhian–

Dopo aver salutato questo uomo solidale si gettò su Andrés per dargli un grande abbraccio, cosa che lo colse di sorpresa. Da quel momento in poi, ogni volta che si vedono, “Andresito” lascia cadere le sue cose e allunga le braccia per ricevere Cristhian. Che poi raccoglie i suoi averi e cammina con lui verso la sua destinazione. Hanno forgiato una bellissima amicizia, che si riflette in azioni come l’arequipe e il “Manjar blanco” dati ad Andrés il 24 dicembre. Quello che aveva sempre desiderato. Senza dimenticare che hanno anche rinnovato le sue coperte e comprato nuove camicie. E anche “Andresito” porta loro doni, cose che trovacome un cacciavite con un’impugnatura rotta, un attaccapanni strappato o un portachiavi arrugginito.

Doni che vengono dal cuore, come l’affetto che hanno entrambi e che questo senzatetto si è guadagnato dalla famiglia Cristhian e dai vicini del quartiere.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));