La storia di questo ragazzo suona come un film, ma non lo è. Si chiama Manuel de Aguas, è di Barcellona e ha 24 anni. Dal 2019 ha smesso di essere un essere umano per diventare una ‘trans-specie’, per questo Nel cranio sono state impiantate due pinne di pesce grazie alle quali può avvertire fenomeni atmosferici come cambiamenti di pressione, umidità o temperatura.

Manuel Aguas si considera un “artista cyborg”, poiché la sua identità non coincide con il concetto biologico della specie umana poiché nella sua testa sono state impiantate delle pinne di silicone. È stato lui stesso a progettare Questi dispositivi, che sono collegati al tuo cranio attraverso circuiti sensoriali. Queste pinne hanno bisogno di energia per funzionare e le caricano di energia solare; Inoltre, possono connettersi a reti WiFi.

Manuel lavorava a questo dispositivo da molto tempo, per di più, prima degli impianti, ha costruito e utilizzato il primo prototipo di un dispositivo con cui è stato in grado di percepire le vibrazioni atmosferiche. Anche il design era simile a quello delle pinne, ma in questo caso erano appese a una fascia posta sulla parte posteriore della testa.

Il giovane di Barcellona ha cercato di farsi operare in Spagna, ma è stato impossibile. Ha chiesto in vari centri del nostro paese, ma tutti hanno rifiutato la sua proposta, nessuno era disposto a impiantargli le pinne nel cranio; quindi ha dovuto recarsi a Tokyo per sottoporsi a un intervento chirurgico.

“La nuova fase della mia metamorfosi è ufficialmente iniziata! Oggi ho finalmente installato le mie pinne meteorologiche progettate sulla mia testa. Adesso percepisco l’umidità, la temperatura e la pressione atmosferica attraverso il suono dentro la mia testa. Questo suono cambia a seconda delle condizioni atmosferiche che mi circondano e mi viene trasmesso attraverso i pezzi che ho impiantato nella mia testa la scorsa settimana “, ha condiviso Manuel con i suoi follower attraverso un post su Instagram.

“Le pinne meteorologiche sono la terza versione del mio organo meteorologico e mi permettono di percepire più elementi meteorologici rispetto alle versioni precedenti. La percezione di più elementi meteorologici facilita le previsioni meteorologiche e lo sviluppo di questa capacità è uno degli obiettivi di questo progetto. “Queste parole accompagnano una fotografia e un video scattati a Tokyo durante l’intervento.

Manuel de Aguas non è l’unica “transspecie” in Spagna. Inoltre, c’è tutta una sedicente società ‘trans-specie’, un’associazione fondata nel 2017 e composta da persone che, come Manuel, vivono con dispositivi cibernetici incorporati in qualche parte del corpo.

Con questo movimento, oltre a creare comunità e aiutarsi a vicenda in tutto ciò di cui hanno bisogno per quanto riguarda la loro metamorfosi, intendono anche combattere l’antropocentrismo e far posto ad altre specie per occupare un posto più alto nella gerarchia sociale.

Inoltre, insieme cercano anche di porre fine all’intolleranza che gli esseri “trans-specie” vivono per il semplice fatto di esistere e di mostrarsi per come sono. Ed è questo, per Manuel, essere “transpecie” significa sentirlo la tua identità ha trasceso l’identità di specie che ti è stata data quando sei nato. Mi sento come se avessi rotto con l’idea che posso semplicemente essere o sentirmi umano, e capisco che anche l’identità umana può essere messa in discussione e trasformata. Capisco che una parte di me sia al di fuori dello spettro umano, anche quando le mie pinne sono disinstallate, ed è per questo che mi identifico come una transpecie “.