Nessun padre è preparato per la morte di suo figlio, biologicamente dovrebbero essere i bambini a vedere morire i loro genitori, ma questo potrebbe non accadere e l’ordine viene alterato. Questo è esattamente quello che è successo a John Allen Lee Reid e sua moglie, Stephanie, all’inizio di quest’anno.

Il suo figlio maggiore, Dakota, è morto nel gennaio dello scorso anno in un incidente stradale quando aveva solo 16 anni e suo padre ha deciso di donare i suoi organi che erano in perfette condizioni per salvare la vita a qualcuno che ne aveva davvero bisogno.

Il cuore di suo figlio servì affinché Robert O’Connor, un uomo che negli ultimi dieci anni aveva vissuto in una lotta costante con la cardiomiopatia, potrebbe subire un trapianto e vivere senza problemi.

Grazie a questo cuore O’Connor avrà una lunga vita, quindi ha voluto ringraziare i genitori del giovane che lo ha donato perché senza di loro quel trapianto che gli ha salvato la vita non sarebbe stato possibile. John e Stephanie non avevano mai sentito parlare degli organi del figlio prima.

O’Connor voleva avere un dettaglio molto speciale con questi genitori e gli venne in mente di darli un orsacchiotto con un dettaglio molto originale: il battito del suo cuore, precedentemente appartenuto a suo figlio. Robert ha convinto questo orso a registrare il suono del suo cuore e lo ha trasmesso a John in modo che potesse ascoltare di nuovo il battito del cuore di suo figlio ogni volta che ne aveva bisogno.

La famiglia Reid ha ricevuto un pacco senza sapere cosa ci fosse esattamente dentro, però Stephanie ha deciso di registrare quel momento per immortalarlo. La scatola era molto ben incartata, quindi a John ci è voluto un po ‘di tempo per arrivare all’animale di peluche, ma questo processo ne è valso enormemente la pena, come puoi vedere in questo recente tweet condiviso da un account francese:

Grazie a Stephanie che ha condiviso il video sul suo profilo Facebook Migliaia di persone hanno potuto emozionarsi e vedere dalle loro case quanto sia stato incredibile quel momento per loro a febbraio.

La prima cosa che John incontra è una lettera in cui Robert lo ringrazia molto per aver donato gli organi di suo figlio. È in questa stessa lettera che spiega in cosa consiste il suo dono: un orsacchiotto con il suo battito cardiaco registrato in modo da poterlo sentire quando posso. Si può anche leggere in questa nota che O’Connor “avrebbe preferito dartelo di persona, ma non sono sicuro di quando accadrà”.

Quindi la prossima cosa che John scopre è questo peluche, che ha “il miglior papà di sempre” scritto sulla sua maglietta, cioè “il miglior papà. Quindi possiamo vedere nel video come John tocca la mano dell’orsetto e il battito del cuore comincia a farsi sentire, ora da Robert.

È chiaro che gli organi di Dakota hanno salvato la vita di altre persone e questo è molto gratificante per John. Inoltre, non solo il cuore di Dakota ha salvato la vita di Robert, dal momento che John ha assicurato in un’intervista per CBS News che un agricoltore lo ha contattato per grazie per aver donato il rene e il pancreas di tuo figlio, grazie ai quali è tornato in vita. La stessa cosa è successa con un 21enne, che attualmente vede attraverso gli occhi di Dakota.