Un padre di famiglia ha cercato un modo per innovare e l’ha trovato: ha trasformato la leccornia fritta in maialini e li ha intinti nel cioccolato. Oggi sono di gran moda a Tucumán, in Argentina.

Anche se sappiamo che i churros e la Spagna hanno un rapporto molto stretto da quando la nascita di questa prelibatezza è registrata lì, in Argentina hanno anche molto da dire in questo campo e cioè che sono uno dei prodotti più consumati dai suoi cittadini.

Ma ovviamente, gli anni passano e le cose cambiano. Dal churro originale, oggi ci sono ripieni, con salse diverse e persino forme come quella che ora vi mostreremo: churros a forma di maiale.

Twitter

Esatto, un padre di famiglia e un venditore ambulante di Tafí del Valle, a Tucumán, Argentina, ha proposto questo modo innovativo di dare i churros e ora ogni sua preparazione ha la forma di Maiale.

Claudio Andrés Ali è responsabile di ciò che chiama “Chanchichurro” e che viene venduta nel suo stand appositamente dedicato a churros e praline.

Un venditore ambulante ha trasformato il classico churro in uno a forma di maiale.  È il "chanchichurro" 17
LV12

L’ispirazione per ottenere un churro a forma di maiale è venuta, secondo il racconto, dopo ha visto una donna che vendeva pane dando diverse forme all’impasto per ottenere diversi pezzi di pane. È così che si lascia andare e impasta la pasta di un churro a forma di maiale, li mette nella friggitrice e nasce la sua specialità.

“Grazie a Dio È uscito perfetto e oggi è un successo, le persone lo indossano molto“Dice il suo ideatore dialogando con il locale El Tucumano.

Un venditore ambulante ha trasformato il classico churro in uno a forma di maiale.  È il "chanchichurro" 19
Claudio Andrés Ali

Secondo i dettagli di Ali, tutti i suoi chanchichurros sono scolpiti a mano, il che significa che non utilizza macchine o stampi per creare i loro churros, un valore aggiunto che va sicuramente valorizzato al momento dell’acquisto.

La preparazione che —può essere intinta nel cioccolato o nella sua versione originale — contiene anche aneddoti perché è piuttosto peculiare alla vista, dice Alí: “Un giorno una donna di Buenos Aires che era venuta a Tafí due o tre anni fa venne e comprò me un chanchichurro. Mi ha mostrato una foto sul suo cellulare e ha detto: “‘Sai che, per noi è una novità, Ho messo il chanchichurro che ti ho comprato su un mobile di casa mia, l’ho dipinto e ce l’ho sopra un mobile“”.

Un venditore ambulante ha trasformato il classico churro in uno a forma di maiale.  È il "chanchichurro" 21
Claudio Andrés Ali

Con una famiglia dedita alla vendita ambulante, per l’inventore del chanchichurro creare il proprio prodotto e renderlo totalmente famoso è stato per lui un trionfo.

Provereste un churro a forma di maiale? È abbastanza particolare!

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));