Un’altra lettura del baktun, avrebbe decifrato, che l’ultimo giorno della Terra sarà la prossima settimana e non nel giorno del solstizio, nel 2012, in quanto pensato in precedenza. Calma, sempre esito negativo.

Quando è arrivato il giorno del mese di dicembre, il solstizio nell’anno 2012, sono stati in molti a pensare che sarebbe la fine del mondo. Una lettura del baktun, un antico calendario mesoamericano di maya, ha concluso che quel giorno era stato tutto per noi.

Pixabay

Si è parlato di una nuova era, con una trasformazione fisica e/o spirituale di tutti gli abitanti, o anche, semplicemente suggerito che sarebbe una catastrofe che avrebbe distrutto ogni forma di vita sul pianeta. Le cause di ciò che è stato proposto è stato per molti: un asteroide errante, un buco nero, una grande attività solare, etc. Ma non è successo niente.

Una diversa interpretazione del calendario maya suggerisce che manca po ' per la fine del mondo 10
Pixabay

Tuttavia, un’altra interpretazione del calendario maya vorremmo parlare di una nuova data per la fine del mondo, questo durante questa settimana o la prossima. E con la crisi in tutto il pianeta, come il COVID-19, le rivolte, le piaghe di locuste e di vespe, uragani, incendi di foreste, vulcani in eruzione e l’altra catastrofe, senza dubbio, la possibilità che tutto è finito, si sono nutriti con il potenziale per spostare la nostra testa.

Una diversa interpretazione del calendario maya suggerisce che manca po ' per la fine del mondo 12
Pixabay

E quindi, forse, lo scienziato Paolo Tagaloguin, voleva eseguire un calcolo complesso, in cui ha spiegato che l’originale lettura del calendario maya non era correttoe anche se il mondo non è finito il 21 dicembre dell’anno 2012, come inizialmente pensato, sì potrebbe essere completato nel corso di questa settimana o la prossima. Una teoria del complotto che si aggiunge ai numerosi altri che hanno fallito il tempo di previsioni di un presunto ordine successivo di umanità.

“Seguendo il calendario giuliano, siamo tecnicamente nel 2012 … Il numero di giorni di lavoro persi in un anno, a causa della modifica al calendario gregoriano è di 11 giorni … durante 268 anni di utilizzo del calendario gregoriano (1752-2020) per 11 giorni = 2,948 giorni. 2.948 giorni / 365 giorni (un anno) = 8 anni”

– ha twittato l’scientifico Paolo Tagaloguinsecondo setpoint Il Sole.

Una diversa interpretazione del calendario maya suggerisce che manca po ' per la fine del mondo 14
Pixabay

Se i calcoli di Paolo sono corrette, e se si sommano tutti i giorni perduti, la fine di tutto conosciuto su questo pianeta, sarebbe questa settimana o al massimo la prossima. Anche se non dimentichiamo mai che per il 21 dicembre dell’anno 2012, un certo numero di credenti è venuto a siti maya in Messico e Guatemala, con la speranza di vedere qualcosa di catastrofico e sono solo riuscito a ottenere stanco e ancora sporco per le loro case.