16 anni fa, avevo dedicato Rae Harvey al Wild2Free Sanctuary. Vedendo tutto distrutto, pochi sopravvissuti e alcuni canguri bruciati, non riuscì a trattenere il suo pianto.

La situazione in Australia è ancora lontana dalla normalità. Le fiamme hanno devastato l’isola e sembra che abbiamo appena iniziato a conoscere alcuni degli orrori lasciati dagli incendi che infuriano da quasi un mese. Si stima che più di un miliardo di animali abbiano perso la vita negli ultimi giorni, almeno il doppio di quanto previsto originariamente dagli esperti.

Le strade di Kangaroo Island sono diventate un cimitero. Resti di specie bruciate sono visibili ai lati del sentiero, mucche, canguri, koala, sono stati lasciati senza casa e in gran parte senza vita. Anche alcuni spazi che erano utilizzati come rifugi sono crollati.

PPP

Come il Wild2Free Sanctuary comandato da Rae Harvey. Fondato nel 2003, il sito è stato dedicato al salvataggio dei canguri nella zona e alla loro riabilitazione ogni volta che è stato necessario. Purtroppo oggi è stata lasciata a terra grazie al fuoco infuriato.

Rae ha dedicato 16 anni alla casa degli animali, ma quando le fiamme sono scoppiate, è rimasta intrappolata sul molo di legno dove si trova la sua proprietà vicino al fiume Clyde, una tempesta di fuoco ha distrutto tutto ciò che si trovava sul suo cammino. Harvey ha dovuto essere evacuato contro la sua volontà a Runnyford, vicino a Batemans Bays, perché la strada per il suo prezioso rifugio era bloccata. È stato il suo vicino che l’ha salvata su una barca.

Una donna australiana piange dopo aver perso il suo rifugio per canguri L'incendio ha richiesto il lavoro di una vita 10
Andrew Flaxman

“Non pensavo che ci saremmo salvati, pensavo che saremmo stati bruciati vivi. Quando abbiamo lasciato la proprietà, l’area in cui ci stavamo rifugiando era in fiamme“ha dichiarato la donna dell’ABC.

Il momento più straziante è arrivato quando il fuoco è scomparso, ed è rimasto per rivedere lo stato del suo prezioso rifugio.

Una donna australiana piange dopo aver perso il suo rifugio per canguri L'incendio ha richiesto il lavoro di una vita 12
ABC News

Tutto era crollato e dei 100 animali di cui si prendeva cura, ne restavano solo 22. La maggior parte di essi presentava una notevole disidratazione e ustioni di notevole gravità.

Una donna australiana piange dopo aver perso il suo rifugio per canguri L'incendio ha richiesto il lavoro di una vita 14
ABC News

“Pensavo che sareste stati tutti morti. C’era molto fumo e fuoco e non pensavo che sarebbero stati vivi. Non possiamo curare i nostri animali perché non possiamo ottenere i farmaci necessari per sedarli. Abbiamo bisogno di accedere ad attrezzature mediche che non possiamo ottenere senza prescrizione medica, è una zona di fuoco dove i prodotti non sono disponibili e gli animali stanno per morire.esclamò la signora.

(embed)https://www.youtube.com/watch?v=CRZPPUESSAw(/embed)

Ci vuole collaborazione e molta collaborazione. Se volete contribuire a combattere il fuoco in Australia o salvare gli animali colpiti dalle fiamme, potete fare una donazione alle seguenti organizzazioni:

Ospedale di #koalas a Port Macquarie

Ospedale della fauna selvatica di Currubin

CFS #volontari #firefighters

Fondazione australiana #Koala

L’Australia ha bisogno di noi.