Mileydis Aldana Herazo (Colombia) è già stato interrogato dalla polizia per la foto che è andato su Facebook, in posa con il gufo, senza vita. Se il Procuratore decide di processo, si rischia fino a 3 anni di carcere.

Il comune di Corozal (Colombia) era la scena di un orribile fatto parte di uno dei loro cittadini, che non esitate a festeggiare per aver commesso un terribile crimine verso di un animale.

Mileydis Aldana Herazo, 21 anni, ha pubblicato nel suo account di Facebook —dove è conosciuto come “Il Gatto Portulaca Reale Aldana”— una serie di foto in cui appare la visualizzazione del tutto il processo di come decapitato un gufo in campanile (Tyto alba).

Facebook

“La pubblicazione sulla piattaforma di Facebook, ci sono delle foto di una donna in possesso di un uccello selvatico, senza vita e con segni di violenza, comportamento che provoca immediatamente oltraggio e rifiuto da parte di utenti di questo social network, che abbiamo immediatamente inviato messaggi di denunciare il fatto”.

Rilascio di Polizia in Corozal

In una delle foto, il implicato tiene la testa dell’uccello, in un’immagine che è come morbosa come perversa allo stesso tempo. L’atto è stato fortemente criticato dalla comunità locale, e le autorità fecero ben presto l’eco di questo fermento.

Una donna può trascorrere anni in prigione per aver la vita di un gufo. Vantava sui social network 8
Facebook

Aldana Herazo potrebbe affrontare gravi accuse per il reato di maltrattamento degli animalinel caso in cui partecipare La Polizia Nazionale —attraverso il gruppo di Ambientale e di Protezione Ecologica e la Regionale ente Autonomo di Sucre.

Le donne a rischio di 1 a 3 anni di carcere nel caso in cui la fase di elaborazione da parte dell’ufficio del Procuratore, come indicato dalla legislazione locale in materia di maltrattamento degli animali:

“Che, con qualsiasi mezzo o procedimento abuso di un animale domestico, abbronzatura, selvatiche di vertebrati o esotici vertebrati, causando la morte o lesioni che potrebbe seriamente compromettere la sua salute o la sua integrità fisica, sono soggette al pagamento di una pena detentiva da dodici a trentasei mesi”.

Rilascio di Polizia in Corozal

Una donna può trascorrere anni in prigione per aver la vita di un gufo. Vantava sui social network 10
Polizia in Corozal

Per ora, Mileydis Aldana è mantenuto con gli arresti domiciliari come misura precauzionale, in attesa della sua prima udienza. E sicuramente, dopo questa punizione non più desideroso di pasticciare con gli indifesi, gli animali…