Il suo nome è Nelson Mendonca e la sua storia di come ha superato la sua tossicodipendenza ti sorprenderanno. E che tu ci creda o no, quest’uomo ha combattuto questa malattia per oltre 20 anni E lo ha tenuto dentro e fuori di prigione per molto tempo.

Mentre era incarcerato in Canada, in la prigione della British Columbia, Nelson Mendonca (41) si è iscritto a un programma per imparare a lavorare a maglia. Questo in mezzo alla pandemia che colpisce il mondo intero, e non sorprende che l’arrivo di COVID-19 ha cambiato la vita di molti. E quello di Mendonca non ha fatto eccezione.

Notizie di Christian Amundson / CBC

Dopo essere entrato nel programma, Per mesi Nelson ha lavorato a maglia cappelli per persone che vivono per strada. Dopo, A luglio ha ottenuto la libertà ed è entrato a far parte della Phoenix Society, un centro per persone con dipendenze, dove ora guida un gruppo di una decina di uomini con cui ha lavorato a maglia più di 200 cappelli che vengono poi donati alla persone che ne hanno bisogno.

Intervistato dalla CNN, Mendonca lo ha commentato “È l’unica cosa nella mia vita che non posso imbrogliare, manipolare, tagliare gli angoli o trovare una via d’uscita, perché ho cercato di renderlo più veloce e più facile” e ha aggiunto “ma devi solo seguire ogni passaggio, uno alla volta, uno e di nuovo”.

“Sembra una cosa da poco, ma iniziare un rubinetto e finirlo e poi darlo a qualcuno mi ha dato una gioia che non ho mai provato prima nella mia vita.

–Nelson Mendonca, uomo che ha imparato a tessere in prigione–

L’entusiasmo di Nelson era tale che i residenti della Phoenix Society iniziarono a formare una comunità di maglieria in cui aiutavano gli altri a superare i loro problemi.

"Una gioia che non avevo mai provato prima": un tossicodipendente ha iniziato a lavorare a maglia per aiutare gli altri 17
Notizie di Christian Amundson / CBC

Uno di essi è Michael Prokopchuk (31), chi Come Mendonca, ha lottato con la sua tossicodipendenza da quasi quattro anni. Ha anche provato a togliersi la vita prima di entrare nella Phoenix Society.

“Il nostro gruppo di maglieria mi ha aiutato a tenere la mente occupata e mi ha dato un senso di comunità. Sono entrato in contatto con tutti nel nostro prossimo gruppo e ho imparato alcune lezioni sulla qualità della vita dalla condivisione con il gruppo durante il mio tempo qui “, ha detto Prokopchuk alla CNN.

"Una gioia che non avevo mai provato prima": un tossicodipendente ha iniziato a lavorare a maglia per aiutare gli altri 19
CNN

Dopo i 90 giorni di durata del programma di trattamento intensivo, ai detenuti viene offerto di rimanere lì per due anni per continuare il loro recupero., opzione che Mendonca ha preso senza esitazione.

“È davvero bello avere qualcosa da fare e le conversazioni che abbiamo riguardano pom pom, colori, ali, e siamo rimasti sorpresi seduti lì come se non potessimo credere a quello di cui stiamo parlando ”, ha detto Mendonca e ha anche confessato che “In qualche modo il nostro gruppo è composto esclusivamente da uomini, e ci ha resi tutti morbidi.”

Sebbene questo gruppo sia stato fondato da Mendonca come aiuto a se stesso, l’iniziativa ha fatto molta strada e le persone senza fissa dimora che vivono in rifugi, madri single e persino bambini hanno ricevuto in dono questi cappelli a maglia.

"Una gioia che non avevo mai provato prima": un tossicodipendente ha iniziato a lavorare a maglia per aiutare gli altri 21
Notizie di Christian Amundson / CBC

“È stato un anno così impegnativo per così tante persone”, ha detto alla CNN. Direttore esecutivo della Phoenix Society, Keir Macdonald.

Riferendosi alla pandemia di coronavirus, il regista ha aggiunto che “chi si sta riprendendo ha avuto ancora più difficoltà perché dovevano essere isolati e fisicamente allontanati a causa della pandemia” e ha sottolineato l’importanza di questo gruppo per loro “questo gruppo ha preso decisioni positive nella vita da solo. Nelson ha iniziato questo per Nelson perché lo faceva sentire bene, e naturalmente è diventato qualcosa di molto più grande di quello “, ha concluso.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));