La mamma è la nostra eroina, non c’è niente che non facciamo per vedere la sua valigia. Ecco perché quando attraversa una situazione difficile, cerchiamo sempre di sostenerla e farle sapere che può contare su di noi.

Questo è ciò che ha fatto Mateo, un ragazzo che aveva la ferma intenzione di aiutare sua madre in modo che potesse camminare di nuovo e sebbene ci fossero volte in cui credeva che non ci sarebbe riuscito, non ha mai perso la fede.

Un ragazzo di enorme volontà

Mateo Nemer Pérez ha 12 anni e vive con sua madre in Bolivia. Sfortunatamente, sei anni fa Edith ha indossato una protesi all’anca che, invece di aiutarla a camminare, le ha impedito di muoversi per tutto questo tempo. Questo è il motivo per cui Mateo ha cercato modi diversi per guadagnare denaro e quindi pagare per l’intervento di cui la mamma ha bisogno.

È stata una strada difficile ma non impossibile

Mateo seduto e guardando la telecamera

All’età di 28 anni, Edith ha iniziato a notare che aveva difficoltà a sedersi, camminare o stare in piedi, quindi ha deciso di vedere un professionista della salute. I medici l’hanno informata che aveva bisogno di una protesi d’anca, che avrebbe dovuto aiutarla. Tuttavia, hanno commesso negligenza medica per la quale non erano responsabili e quindi non possono camminare.

Hanno cercato modi diversi per andare avanti

Mateo mostra i suoi disegni alla telecamera

La donna purtroppo ha perso il lavoro, il che le ha impedito di avere un reddito economico che le avrebbe permesso di pagare le spese domestiche, oltre a risparmiare per una seconda operazione e riprendere movimento di gambe e fianchi.

Edith e Mateo hanno cercato di guadagnare in vari modi: vendendo vestiti di seconda mano o facendo commissioni ai vicini. Entrambi vivono con la nonna e la zia di Mateo, poiché il padre del ragazzo è morto molto tempo fa.

Mateo è un grande artista

Il desiderio più grande del ragazzo era quello di trascorrere sia il suo compleanno che il Natale in compagnia di sua madre e il miglior regalo che potesse ricevere è sapere che sua madre ha ottenuto l’operazione.

Così ha avuto una grande idea: vendere i propri disegni per soli 10 pesos boliviani. Per questo ha realizzato un video che ha caricato sui social in cui spiegava la situazione che stava vivendo e che sperava potessero supportarlo.

Offro i miei disegni per aiutare mia madre a farsi operare. Mio padre è morto e ci siamo solo mia nonna, mia zia e io. Voglio aiutarla, soffre, le fa male la gamba e non può camminare. Hai bisogno di una protesi d’anca.

-Mateo Nemer Pérez

È una storia con un lieto fine

Disegno di Mateo, dove appare un coniglio e una frase di ringraziamento

Mateo sapeva che il suo video sarebbe stato visto da tante persone, ma non ha mai creduto che tanti lo avrebbero aiutato, visto che non solo ha ricevuto richieste per i suoi disegni ma ha anche ricevuto donazioni, con le quali sua madre ha potuto sottoporsi ad intervento chirurgico ed è ora in convalescenza. . Senza dubbio, è stato il miglior regalo di Natale che tu abbia mai avuto.

Un caro amico di famiglia ha sostenuto l’idea di mio figlio e ci ha aiutato a replicarla. Approfittiamo del fatto che siamo in quarantena, che gli piace disegnare e potremmo venderli per avere aiuto, ma non avremmo mai pensato che raggiungessero così tante persone.

-Edith, madre di Mateo

I disegni di Mateo furono spediti in parti della Bolivia, degli Stati Uniti, del Messico e di alcuni paesi in Europa.