Don Albino Suazo Torres vende da 35 anni queste prelibatezze ai ragazzi del primo vicino, così come al resto dei passanti. Ora usa i suoi guadagni per aiutare i suoi nipoti e pronipoti.

Uno degli aspetti della pandemia a cui dobbiamo prepararci sarà la comparsa delle conseguenze causate dalle quarantene e dalle chiusure massicce, che sono state effettuate per cercare di contenere il tasso di infezioni. Oggi potremmo parlare di vaccini e infezioni al ribasso, ma tra un paio di mesi in più dovremo concentrarci sui costi per mantenere le persone con possibilità limitate, o in molti casi, senza possibilità, di svolgere il proprio lavoro .

@ElSoldeTijuana

Don Albino Suazo Torres è qualcuno che deve essere riuscito a superare la pandemia. L’età adulta, che ora ha 85 anni, è da anni un venditore di churro per le strade di Tijuana.

Vendendo churros messicani tradizionali, ha cresciuto i suoi 12 figli. Ha dato loro una casa e un'istruzione 21
@ElSoldeTijuana

Grazie al suo duro lavoro, oltre che alla fedeltà dei clienti vicini alla zona in cui si trova, Don Albino è riuscito a mantenere la sua attività, denominata “Churros La Pasadita”, per diversi decenni. I proventi delle sue vendite, che realizza tutti i giorni dalle 6 del mattino alle 3 del pomeriggio, gli hanno permesso di mantenere la sua famiglia.

Vendendo churros messicani tradizionali, ha cresciuto i suoi 12 figli. Ha dato loro una casa e un'istruzione 23
@ElSoldeTijuana

E quando parliamo di famiglia, parliamo di un matrimonio di 35 anni e dodici figli.

Vendendo churros messicani tradizionali, ha cresciuto i suoi 12 figli. Ha dato loro una casa e un'istruzione 25
@ElSoldeTijuana

Uno dei clienti di Don Albino, interpellato dal canale di notizie locale, El Sol de Tijuana, ha sottolineato quanto sia bravo l’uomo per il suo lavoro:

“Anche se è più grande, guarda, vuole ancora, sono persone costrette a lavorare e ad alzarsi presto, persone solide che non si spezzano … ogni giorno vado a correre in spiaggia, ogni giorno arrivo con lui allo stand La Pasadita per fare due chiacchiere e mangiare dei churros “.

–Jaime Duarte, cliente di Don Albino, per El Sol de Tijuana–

Vendendo churros messicani tradizionali, ha cresciuto i suoi 12 figli. Ha dato loro una casa e un'istruzione 27
@ElSoldeTijuana

L’uomo di 85 anni continua a fare il suo lavoro oggi. Il COVID-19 e le quarantene non sono riusciti a fermarlo, soprattutto perché la lealtà dei suoi clienti, così come i ragazzi della Abraham Lincoln Elementary, che il suo carrello ha alimentato per decenni, gli ha permesso di continuare a realizzare un profitto.

Oggi, don Albino continua a fare il suo lavoro per aiutare i suoi nipoti, e anche i pronipoti, ad andare avanti. Sebbene sia in età pensionabile, ritiene più importante aiutare la sua famiglia. Dopotutto, sono il motivo per cui l’hanno fatto in primo luogo:

“Ci conoscevamo (io e mia moglie) da quando eravamo bambini, da quando avevamo circa 14 anni e dopo il tempo, a 22 anni, ci siamo sposati … Ebbene sì (sono innamorato) e se no, è l’azienda, perché nella vita sta finendo tutto “.

–Don Albino per El Sol de Tijuana–

Una persona ammirevole, sia per la sua dedizione che per aver dato al mondo più dei suoi deliziosi churros.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));