Con la pandemia di Covid-19 i viaggi internazionali sono stati gravemente colpiti e non torna alla normalità fino al 2023. In molti paesi, la nazionale è probabile che il viaggio prima di riprendere l’anno 2020 finisce, ma non si può aspettare la stessa dei voli all’estero.

L’International Air Transport Association, la principale industria del corpo per le compagnie aeree di tutto il mondo, ha annunciato che, possibilmente, voli all’estero per tornare al normale fino al 2023.

I nuovi dati indicano che i viaggi internazionali sono stati l’area economica che più impatto negativo e ci vorranno anni per recuperare.

Viaggi internazionali sarà solo per le questioni essenziali

Questo era ciò che Alexandre de Juniac, amministratore delegato della International Air Transport Association, ha detto a ABC NEWS:

Abbiamo pubblicato oggi una nuova previsione sulla possibile ripresa del traffico aereo, e quello che vediamo è che le cose dovrebbero tornare alla normalità nel 2023, che è più avanti rispetto alla nostra precedente previsione. Ci sono piani a piedi per riavviare il trasporto aereo, ma sarà lento e in più fasi; la prima si aprirà il mercato interno, quindi i mercati continentali regionale, come l’Asia-Pacifico, in Europa o in nord America.

Egli ha anche commentato che è molto probabile che il viaggio internazionale, inizialmente, di questioni essenziali o di lavoro.

La chiusura delle frontiere interessato il settore del trasporto aereo

Ragazza seduta in un aereo guardando fuori dalla finestra

Se c’è una seconda ondata di Covid-19, l’Associazione Internazionale del Trasporto aereo prevede uno scenario pessimistico che può ulteriormente ritardare la ripresa del settore, poiché è probabile che i viaggiatori che preferiscono i voli più locale e rimanere vicino a casa.

Dal momento che la pandemia ha colpito tutto il mondo, molti paesi hanno chiuso le loro frontiere ai viaggiatori, costringendo le compagnie aeree per terra le loro navi, e anche un paio sono andati in bancarotta, come nel caso di Avianca, compagnia aerea colombiana, che ha di recente dichiarato bancarotta.