Qualche giorno fa María Lizárraga, originaria di Santiago del Estero, Argentina e vigile del fuoco per vocazione, ha toccato e sorpreso tutti gli utenti di Internet, perché nonostante fosse nella sua giornata lavorativa, si è presa il tempo di allattare il suo bambino durante un incendio.

Questa azione non solo ha mostrato l’impegno di María nel suo lavoro, ma anche nei confronti della maternità, poiché quest’ultima è una responsabilità presente 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e non può essere evitata.

Dopo un po ‘ha deciso di rimettersi in azione

Lizárraga era stata assente dalla stazione dei vigili del fuoco per un po ‘di tempo a causa del suo congedo di maternità. Tuttavia, quel giorno ha deciso di andare a trovare i suoi colleghi e sostenere qualcosa se necessario. Fu allora che fu ricevuta la chiamata di emergenza per assistere a un incendio all’autodromo di Santiago del Estero. Inizialmente, non avrebbe assistito all’incendio, ma l’incidente sembrava aver bisogno di tutto l’aiuto possibile.

La missione aveva bisogno di molto aiuto

Incendio nell'autostrada Santiago de Estero

Lizárraga ha lasciato il suo piccolo Benjamin con un compagno alla stazione. Il bambino stava dormendo, quindi non avrebbe causato problemi al suo partner. Tuttavia, quando il camion dei pompieri è arrivato sulla scena dell’incendio, tutti hanno capito che era davvero qualcosa di enorme.

Quando sono arrivato, ho capito che non ci sarebbe voluto un minuto, non quindici o venire, ma molte ore.

-María Lizárraga

Il piccolo Benjamin aveva bisogno di sua madre

Il pompiere Maria allatta al seno il suo bambino Benjamin durante un incendio

I vigili del fuoco hanno iniziato a lavorare alle 22:00, ma quando meno se lo aspettavano, era già l’1: 30 e hanno continuato a cercare di spegnere le fiamme. Dopo tante ore, Benjamin si è svegliato. La collega di Maria ha inviato i suoi messaggi dicendole che il suo bambino era sveglio e affamato, quindi sarebbe andata sul posto in modo da poterlo nutrire.

Mi ha detto che era lì, ho chiesto il permesso e l’ho allattato in 20 minuti. Poi lo hanno portato in caserma e ho continuato a lavorare ancora fino alle 4 del mattino

-María Lizárraga

Mentre allatta il suo piccolo, il suo partner le ha scattato una foto, che ha caricato sui social network. Da un momento all’altro era già stato in giro per il mondo.

La maternità non è in contrasto con il lavoro

Camion dei pompieri Santiago de Estero

Maria non sapeva nulla della foto fino al giorno dopo quando è tornata in caserma. Mentre chiacchierava con i colleghi, è uscita una pubblicazione sui social dove si trovava la sua fotografia. Per lei non era qualcosa di un altro mondo, perché quella situazione era vissuta anche con sua figlia, che ora ha sei anni, ma era contenta che più donne potessero vedere che la maternità non deve limitare una professione.

Questa è la realtà che hanno le donne: a volte andiamo con i nostri figli in caserma, li lasciamo ai colleghi, lavoriamo e poi torniamo nelle nostre case e ricopriamo il ruolo di madre.

-María Lizárraga